giovedì 7 maggio 2009

Un pò di riflessione con me stessa

Giusto, sbagliato, si, no, forse...... quante volte al giorno ci chiediamo queste cose? ultimamente io continuo a farmi queste domande, è giusto fare così? dovrei forse fare colà? qual'è la risposta giusta a tutti questi quesiti? cosa sarebbe meglio fare? insomma le nostre teste si riempiono di domande e, spesso, non sanno darsi risposta e altrettanto spesso hanno paura di quello che potremmo risponderci perchè la linea sottile tra giusto e sbagliato potrebbe essere sorpassata e potremmo molto facilmente perdere la direzione.
Ma la cosa più importante che mi sto chiedendo è: non sarebbe meglio, alcune volte (sempre mi sembra esagerato) perdere la retta via? agire d'impulso , senza curarsi dei pro e dei contro? insomma tornare ragazzini per qualche ora o anche solo per qualche secondo tanto da dire SI oppure NO oppure è GIUSTO o è SBAGLIATO senza farsi altre domande... a volte è così bello non crearsi problemi, non pensare che per ogni azione c'è sempre una reazione che è li che ci aspetta infida, crudele.
Siamo diventiati donne e uomini? siamo grandi e questo cosa vuol dire? diventare grandi vuole per forza dire caricarsi di mille responsabilità che, forse e dico forse, nemmeno vogliamo? Nel caso fosse così allora SI!!! LO AMMETTO io soffro della gravissima sindrome di PETER PAN!!! non voglio crescere voglio rimanere bambina, voglio poter fare quello che ne ho voglia e non voglio rendere conto a nessuno almeno non sempre (lo so che non è facile essere liberi in tutto e per tutto... però a volte fa bene prendersi delle pause dall'età adulta)....
Ecco... ci sono, la massima di oggi è: non ci si deve vergognare del nostro lato bambino, bisogna che, ogni tanto, venga fuori, ha bisogno di vivere, di sognare e di respirare.... e, perchè no, anche di giocare!!! Nessuno è così tanto grande da poterlo mettere in letargo perenne...
Il bambino che c'è in noi ci tiene vivi e ci fa sognare, e cosa c'è di meglio del sognare?

4 commenti:

  1. Ciao Gloria, eccomi qua, oggi ho avuto un attimo libero e sono riuscita a visitare il tuo blog. Ho visto che hai appena iniziato a scrivere per cui ti do il benvenuto nel mondo web.
    Spero di conoscerti meglio in futuro..
    un abbraccio e buon lavoro!
    Linda

    RispondiElimina
  2. Le immagini ci aiutano a creare lavoro, il testo diventa operativo dopo queste immagini piene di colore.
    Belle giornate e piena di calore.
    http://translate.google.com/translate?js=n&prev=_t&hl=ro&ie=UTF-8&u=www.geaninacodita.blogspot.com&sl=ro&tl=it&history_state0=ro%7Cit%7CImaginile%2520ne%2520ajuta%2520sa%2520cream%2520opere%252C%2520textul%2520tau%2520devine%2520opera%2520in%2520urma%2520acestor%2520imagini%2520pline%2520de%2520culoare.%2520%250AZile%2520frumoase%2520si%2520pline%2520de%2520caldura.

    RispondiElimina
  3. !Ciao Gloria!! Già, sono pienamente convinta di quanto dici in questo tuo post... Quanto bello è sognare, fantasticare, guardare la realtà con occhi diversi, quasi "fuggire" dal caos quotidiano per rifugiarsi nel meraviglioso mondo dei bambini? Penso non ci sia cosa più bella al mondo che rimanere bambini nel cuore per guardare la realtà con la tipica ingenuità pura di tutti i bambini di questo mondo.. ogni volta che riflettiamo ci facciamo bambini e manteniamo vivo il bambino che è presente in ognuno di noi.. credo che alle volte bisognerebbe ritagliarsi del sano tempo per la riflessione personale... Vieni a visitare anche tu il mio blog sulle paure dell'infanzia e fammi sapere come ti sembra!!=).. Grazie.. Baci.. Marica

    RispondiElimina
  4. ciao,mi hai fatto riflettere e hai pienamente ragione non si deve nascondere il nostro lato bambino ma tirarlo fuori...invece oggi tutti vogliono essere piu' grandi di quello che sono; purtroppo iniziamo gia' dalla scuola materna a rispettare REGOLE e questo non dovrebbe essere!Alla prossima,ciao...

    RispondiElimina

sondaggio